Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità; illustrate nella cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti alluso dei cookie.

QUINTOSOL PRODUCTION

i nostri spettacoli per voi

quinto sol spettacolo sicilia palermo evento produzione audio cd musica cabaret danza magia illusionismo Tatangelo Belli Megrè caccamo iurato steva vaAntonio Pandolfo nasce ad Alcamo il 4 agosto del 1975, e per amore della sintesi non inserirà in questa scheda tutti i lavori teatrali fatti. La passione per il teatro lo porta all’età di 16 anni a partecipare alle attività del “Piccolo Teatro “ di Alcamo, che ne riconosce le capacità e il senso della comicità inserendolo in diversi progetti di altrettanti autori popolari (Pirandello, Martoglio, De Filippo, etc.) .

Importante anche l’esperienza di animatore presso villaggi turistici, che gli conferisce maggiore sicurezza nell’interazione con il pubblico, soprattutto nelle piazze e nei teatri all’aperto.

Dopo qualche anno, tra diversi lavori (perché deve pagare le bollette) si dedica agli studi teatrali, frequentando corsi accademici teatrali a Roma presso la Scharoff (metodo Stanislawsky), allo studio di teatro-terapia e partecipa a diversi laboratori e seminari sul mestiere dell’attore con diverse maestranze :

Emma Dante a Palermo laboratorio di “‘mpalermu”, Jango Edwards sulla clownerìe, Teatribù di Milano sull’improvvisazione teatrale (partecipando ad alcuni Match d’improvvisazione teatrale a livello nazionale) e frequenta anche un seminario sul metodo Strasberg con una insegnante dell’Actor’s Studio di New York –Marylin Fried- .

Scrive il suo primo spettacolo da monologhista dal titolo “Il ladro di Cassateddi” nel quale presenta alcuni personaggi creati da lui tra i quali primeggia ERRICUCCIO, che tutt’ora promuove negli spettacoli.

Partecipa ad una selezione presso l’Agricantus di Palermo “Show no-profit” Ricevendo il premio della giuria ed il consenso del pubblico. Dopo alcune esperienze teatrali a Catania con Giovanni Anfuso, a Forlì con Pippo Santanastasio e a Roma con Claudio Laurìa, scrive con Alessandro Pennacchio “E PORTO UNO” rappresentato presso l’Agricantus di Palermo.

Inizia un percorso di collaborazioni con Sergio Vespertino con lo spettacolo “Caos”, con Ernesto Maria Ponte con il quale porta in scena “Tutto il sesso in 90 minuti”, Giovanni Cangialosi, Gino Carista, ma sopratutti il grande Pippo Spicuzza che lo vuole prima all’Orione di Palermo per “Andy e Normann” e poi al Biondo di Palermo per “Palermo senza scena”, trasmettendogli piccoli grandi insegnamenti sul teatro comico che solo Spicuzza poteva dare. Presenta dopo tempo il nuovo spettacolo in solitario “Sircus”.

Viene contattato da Giovanni Nanfa “il professore” per partecipare ad uno spettacolo dal titolo “Bentornata Rivista” scritto dal Nanfa e da Lino Piscopo. In seguito, con la preziosa collaborazione di Franco di Modica, scrive e porta in scena al Convento di Palermo “STRESS” .

Divertitosi in tale collaborazione promettente, ritorna in scena al convento di Palermo nello spettacolo “L’amore è un cubo” con la regia di Rinaldo Clementi. Dal 2006 collabora per la sceneggiatura e recita in alcuni cortometraggi, partecipa a trasmissioni di successo come “INSIEME” su Antenna Sicilia, ospite con Angelo Morello su Tgs e porta avanti i laboratori di teatro-terapia con bambini disabili. Con l’agenzia Trampspettacoli si esibisce in tutta la Sicilia, con la Carovana Stramba.

Riceve il premio “il Satiro Bronzeo” come attore per il teatro comico. La passione per la scrittura comica lo porta a scrivere “TRE MENO 2= SOLO” messo in scena al Convento di Palermo da ottobre a dicembre 2008, con la regia di Ignazio Mannelli e due bravissime attrici –Stefania Blandeburgo e Iaia Corcione. Porta in scena nel 2009 al teatro Lelio di Palermo “Miles Gloriosus”con la regia di Giuditta Lelio, “…uno Sceledro degno di Plauto” (così dice la Lelio).

Nello stesso anno va in scena con Oreste Lionello sempre al teatro Lelio. Da gennaio ad aprile 2009 presso il Convento di Palermo con lo spettacolo “CHE TEMPO FA?” scritto insieme con Nanfa e Di modica. Oltre alla televisione ed alcuni cortometraggi, partecipa al film “La Matassa” di Ficarra e Picone con una piccola parte. Ama comunque gli spettacoli in solitario con i quali gira ogni estate molte piazze della Sicilia.

Da gennaio ad aprile 2010 al Convento di Palermo con Gianni Nanfa, con lo spettacolo “Meglio di Niente”.

2010 -Premio Giuria al premio “Massimo Troisi”.

Successivamente porta in giro per la Sicilia lo spettacolo “Mi Pare Male” scritto con Martino Lo Cascio.

Da novembre a dicembre 2010 al teatro “al Convento” di Palermo con lo spettacolo “Coppia e… Incolla” con Stefania Blandeburgo e la regia di Ignazio Mannelli.

Nel 2011 scrive e recita con Gianni Nanfa nello spettacolo “Qui lo dico e qui lo nego” in scena al teatro Al Convento di Palermo.

Nel settembre 2011 è ospite presso il King Theatre di New York per il Centro Cultura Italiana all’interno del “Festival della canzone Italiana”

Novembre 2011 riceve il premio “Paladino” per l’attività teatrale, presso il teatro Vasquez di Siracusa.

Novembre 2011 scrive e recita con Ivan Fiore nello spettacolo “Chi dice donna dice Single”, con la regia di Ignazio Mannelli.

Novembre 2011 partecipa ad alcune scene de “La scorza delle Arance” lungometraggio prodotto a scopo benefico.

2012 - Partecipa ad alcune scene de “Il giovane Montalbano” 5° puntata.

2012 - partecipa ad alcune scene nella 5° stagione di “Palermo Antimafia”

2012 ottobre – mette in scena al Teatro Jolly di Palermo “Già il prezzemolo era bello” con Stefano Piazza

2013 gennaio\marzo – scrive e mette in scena con Giovanni Nanfa e Giuseppe Giambrone, lo spettacolo “Ma che succede?” al teatro Jolly di Palermo

2013 aprile – in scena con Iaia Corcione e Vincenzo Bonomo con lo spettacolo “Se Napoli canta, la Sicilia Ride” al teatro Jolly di Palermo

- gennaio 2014 teatro Zappalà - "Tutta colpa dell'Imu" - regia Franco Zappalà

- febbraio\aprile 2014 - teatro Jolly - "Mettiamo il caso" - con G.Nanfa, G. Giambrone, Iaia Corcione, musiche Nicola Vitale

Ad oggi è considerato uno dei maggiori talenti comici della Sicilia (così dicono i giornali) Dal 1998 viene coinvolto da molte scuole siciliane per i laboratori teatrali con minori e disabili. Per il cabaret … CERCA I VIDEO SU YOUTUBE.COM